venerdì 1 febbraio 2013

A volte ritorno...e mi lamento.

Non state vedendo un fantasma scrivente e fortunatamente le cose procedono abbastanza bene. Non sto qui a raccontarvi perché non scrivo da (un po') troppo, ma voglio solo rassicurarvi che insomma, ci sono.
E son tornata a rompere, naturalmente! Vi raccontavo, tempo fa, di come questo mio nuovo allenamento mi abbia dato la voglia di saperne di più su alimentazione adatta, integrazione e tutto quanto vi è di annesso, andando a spulciare forum appositi, pagine di facebook e account di instagram dedicati interamente al mondo del fitness e del sollevamento pesi.
Oggi, mentre facevo colazione, per poco non mi strozzavo con il caffè leggendo un commento fb che mi ha fatto cadere le braccia.
Eccolo qui


Ah no, scusate, è questo...

"xxl non lo si diventa perché lo si vuole, non tutte ovviamente...io soffro di ipotiroidismo per es. e questo comporta aumento di peso anche se muori di fame..."

Ora, tralasciando il pensiero un po' contorto, io spero che la persona che ha scritto questa cosa non sia davvero ipotiroidea. Non voglio salire sul pulpito e fare il predicozzo, non voglio sembrare "quella che se la tira" solo perché quell'enorme peso è riuscito a farlo andare via, ma dannazione, ancora a questo stiamo?
La prima cosa che fa un ipotiroideo o una qualsiasi persona che usa abitualmente internet e alla quale viene diagnosticato anche solo qualche fastidio è, purtroppo, aprire google e cercare di districarsi tra le varie notizie che lo interessano. Con buona pace di false notizie e premesse di morte imminente. A questo punto mi viene anche da pensare che da qualche parte del web ci sia scritto che l'ipotiroideo è condannato ad aumentare di peso ancora e ancora e ancora fino alla propria morte, che immagino avverrà per infarto o diabete.

Non è così porca pupattola!
Ci ho messo gli anni, e voi lo sapete, per capire queste cose, ma ora finalmente riesco a dirlo apertamente.
Non pesavo 130kg per colpa della tiroide.
Certo, penso ci abbia messo del suo, come ci ha messo del suo ogni dietologo della vecchia scuola che mi ha seguito dai 5 ai 10 anni e che, evidentemente ha contribuito ad alimentare il mio disagio verso il cibo e le mie abbuffate. Ma non è stata l'unica ragione. Questo nascondersi dietro il cattivo funzionamento di  quest'affarino che ci portiamo "in gola", vuoi per ignoranza o per facciata pubblica (lo dicevo anche io, quando mi si chiedeva perché non dimagrivo), mi abbatte e degrada tutto il lavoro che ho fatto su me stessa.
Oltre al fatto che quella pagina è facilmente rintracciabile tramite ricerca di google e qualcuno potrebbe capitarci su e crederci e perdere ogni speranza.

Se siete obesi, fate un controllo dall'endocrinologo. Un problema potrebbe effettivamente esserci e se siete ipotiroidei vi è andata di...ehm, avete avuto fortuna, perché l'ipotiroidismo nudo e crudo non è nulla di irreparabile (penso a chi ha la tiroidite che è autoimmune o a chi la tiroide l'ha dovuta asportare totalmente). Il dottore vi darà una pasticchina che prenderete ogni giorno che farà il lavoro che lei non fa. Certo, perdere chili sarà un po' più difficile, ci vorrà un po' più di attenzione, ma non impossibile. Immagino però che dopo aver letto commenti come quello che vi ho citato, impossibile potrebbe essere trovare la motivazione. E anche per quella dovete faticare, che qui nessuno regala nulla. Ma alla fine, trovata la giusta via, il giusto equilibrio ed il giusto piacere nel vivere una vita sana (non fate che poi non uscite il sabato sera con gli amici perché vanno a cena!), la ricompensa ci sarà e non parlo unicamente delle taglie in meno.

...e cancellate la parola "dieta" dai vostri cervelli, o quantomeno non prendetela come una cosa negativa. Si tratta di salute e di soddisfazioni e soddisfazioni sempre nuove. Di corpo ne abbiamo uno, vediamo di trattarlo a modo.





6 commenti:

  1. Son felice di vederti scrivere di nuovo!!!

    educazione alimentare ! hai detto bene!
    Sto iniziando a rieducare il mio corpo ad evitare i cibi dannosi ed a mangiare in modo corretto per eliminare non solo la ciccia, ma anche i disturbi dovuti all'errata alimentazione ed in cui perseveravo per una sorta di masochismo occulto! Speriamo che io me la cavo ;D
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. infatti la parola dieta sa di punizione, invece regime alimentare corretto suona meglio:-D

    RispondiElimina
  3. Io ti adoro. Sì, ti adoro. Decisamente.

    RispondiElimina
  4. Grande! La prima regola per me è provare ad essere sinceri con se stessi! Io devo perdere tanti kg e ho cominciato a perderli quando mi sono resa conto che avevo terminato le scuse. Mi sono messa a dieta e faccio attività fisica regolarmente ma in realtà il segreto è non pensarci, bisogna trovare quella sorta di equilibrio dove le scuse non sono ammesse ma neanche autoflagellarsi perchè per una volta ci è sfuggita di mano la situazione, non è facile ma ci si prova...

    RispondiElimina
  5. Tutto vero,ti adoro quando dici le cose con schiettezza e sono sempre concetti e verità su cui fermarsi a riflettere...io di scuse me ne sono sempre date tante...si ok ci saranno anche degli "intoppi" fisici ma se lo si vuole davvero si fa e basta...hai ragione e ci sto provando ancora,stavolta senza scuse.Solo ora vedo realmente quanto schifo mi buttavo dentro lo stomaco,e quanto male mi ha fatto quando ho quasi digiunato...bisogna avere una regola,uno stile sano...è l'unico modo per stare bene.

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...